Aprile 2007        Colleghiamoci   Giornalino mensile

Frazione - Coldipastine

Aprile

Aprì dòrge durmì, come dice il proverbio. Ma quale sarà la verità di questo detto?

L'inizio della nuova stagione, il tempo più bello, la temperatura più mite, le giornate più lunghe, ci spinge ad uscire con maggiore frequenza dalla vita sedentaria. Si riattiva la muscolatura che per tutto il periodo invernale, chi più chi meno ha fatto riposare. Ciò causa certamente una stanchezza fisica e nello stesso tempo le giornate più lunghe e le condizioni ambientali migliori  ci porta a restare in piedi più ore causando così una sonnolenza durante il giorno. Poichè inoltre  è risaputo che con l'aumentare dell'attività si favorisce un sonno più profondo, da qui probabilmente nasce il famoso detto.

Dal punto di vista scientifico, le cause che determinano l'insonnia sono molteplici e si ipotizzano differenti teorie ma con molti punti in comune. Si afferma che il nostro corpo possiede una sorta di "orologio biologico" che risente delle variazioni degli equilibri ormonali e metabolici che si attivano con l'avvicendarsi delle condizioni naturali di ciò che ci circondano. I ritmi di queste variazioni sono quello della giornata detto anche "circadiano", quello "lunare" che si avvicenda con il ciclo della luna (quasi un mese) e quello "circannuale" che si collega alle stagioni. Queste variazioni determinerebbero sfasamenti di varo genere che possono portare all'insonnia.

In questo mese

La mia presenza a Coldipastine è stata dal giorno 20 in poi.

Gli eventi più significativi di questo mese sono:

Completamento dei lavori di pulizia con bob-cat;

La Domenica delle Palme il giorno 1;

Il pesce di Aprile sempre il giorno 1;

La giornata mondiale della salute il giorno 7;

La Pasqua di Resurrezione il giorno 8;

Lunedì dell'Angelo il giorno 9;

Il Dominio di Coldipastine;

L'Anniversario della Liberazione il giorno 25;

Completamento dei lavori di pulizia con bob-cat

Alcuni giorni di pioggia dopo l'inizio dei lavori ha determinato un ritardo al completamento degli stessi. Nel corso della prima settimana di Aprile, con diverse persone già presenti per trascorrere qualche giorno in modo più tradizionale per la ricorrenza della Pasqua, Caroni dava seguito al lavoro asportando tutta la massa di spine e materiale vario sotto la casa di Amedeo G. cosi pure il tratto di strada sotto Paciotta e nello stesso tempo dava una spianata al prato, sopra la fontana, in modo particolare. Contemporaneamente Giuseppe M. tagliava l'erba e puliva davanti a tutte le case e aree di utilizzo privato. Anche la fontana pubblica veniva svuotata e successivamente dopo aver tolto tutte le parti di sporcizia alle pareti, veniva lavata con sostanze appropriate. Credo comunque superfluo continuare ad elencare e dettagliare tutti i lavori fatti poichè ciò risulterebbe riduttivo rispetto alla realtà che ciascuno potrà osservare. Tutte le persone presenti hanno elogiato il lavoro fatto ed hanno anche dato forza alla continuazione decidendo di versare 50,00 euro a famiglia per fronteggiare le spese correnti e successive. Credo che anche quelli che verranno nei mesi a venire potranno valutare e concordare per la continuazione di questa bella iniziativa. Conoscendo lo spirito di collaborazione di questa realtà credo che altre idee potranno arricchire e migliorare l'aspetto estetico della Frazione e con esso il piacere di vivere e frequentare questo luogo. 

La Domenica delle Palme

Dopo il lungo periodo della quaresima ecco la   Domenica delle Palme che dà inizio alla  Settimana Santa. Nel corso di questa settimana vengono ricordati, ed anche in qualche modo,  celebrati, gli ultimi giorni della vita terrena di Gesù,  le sofferenze fisiche, la salita al Calvario, la crocifissione, la morte e infine la sua Risurrezione.
Si celebra la benedizione delle palme e la gente si scambia gli auguri con il ramoscello dell' ulivo. Così avveniva anche a Coldipastine circa cinquanta anni fà e dopo aver posizionato il ramoscello sulla parete della camera proprio sopra la spalliera del letto tra il Crocifisso o il ritratto della Madonna veniva  lasciato lì fino al successivo anno. Ricordo che al passare dei giorni della settimana Santa, ogni giorno si ricordava in famiglia cosa faceva in quel giorno Gesu, quali erano le sue angoscie ed anche alcune delle sue parole pronunciate e magari ricordate, anche con qualche imprecisione ma, con un significato che non lasciava dubbi sul messaggio inviato a tutta l'umanità del mondo intero.  

Il Pesce d'Aprile

Una ricorrenza che si tramanda da molti anni addirittura più di duemila poichè si dice che il primo pesce di aprile è stato praticato in Egitto da Cleopatra  intorno al 40 a.C., in una gara di pesca con l'amante Marco Antonio, diede ordine di far   abboccare al lamo dello stesso un finto pesce in pelle di coccodrillo. 

Quando frequentavo la scuola elementare ricordo che facevamo dei pesci di carta e li appendevamo alla schiena di qualche distratto per poi riderci tutti insieme. Ricordo anche che una volta abbiamo appeso un pesce sulla schiena di una anziana persona di Coldipastine e quando lo scherzo è stato scoperto abbiamo ricevuto una bella ramanzina. Dopo quella esperienza ho pensato che il primo di Aprile era una festa solo per ragazzi e solo dopo alcuni anni ho potuto constatare che non era così. Diverse tipologie di scherzi si praticano in questo giorno in tutte le parti del mondo da persone di età diversa e in tutti i livelli sociali.   

La giornata mondiale della salute

Importante è la salute!! Quante volte si conclude così,  quando non è raggiungibile o realizzabile un certo pensiero o quando non si vince alla lotteria, al totocalcio,  etc. etc. La salute è e resta per tutti sempre la cosa più importante nella vita. Quando c'è la salute è sempre festa. La giornata mondiale è per tutti ma sopratutto per gli operatori della sanità, medici, infermieri ed anche per i tecnici sanitari, gli educatori, gli addetti alle pulizie e anche degli autisti, di coloro che trasportano persone e mezzi nel contesto sanitario. Vi sono inoltre tante altre persone che offrono assistenza volontaria a pazienti ed anziani che hanno il diritto di essere riconosciuti ed aiutati specialmente per quanto attiene alla istruzione e formazione. Non è una giornata di festa ma di riflessione e di discussione per quanti lavorano per affrontare le sempre maggiori problematiche delle malattie infettive, di quelle esantematiche, patologiche, croniche, il grande problema degli anziani, e di tante altre malattie ancora. Inoltre credo che, soltanto con la piena e trasparente cooperazione tra tutti i paesi, applicando il regolamento sanitario che impone ai governi di avvertire l'Oms di ogni possibile rischio, si può pensare di migliorare e prevenire le sempre maggiori minacce di epidemie causate anche dalle guerre in atto e dalla sempre più facile e maggiore diffusione per mezzo del boom dei viaggi.

La Pasqua di Resurrezione

Giorno di festa questo che anche a Coldipastine ha visto una bella e folta presenza. Il tempo tornato discreto ha contribuito alla festosità di tutti. Ci sono foto sul sito internet, visibili cliccando sulla voce "Fotografie",  che documentano ampiamente i momenti trascorsi festeggiando anche il compleanno di Domenico B.. Tanti auguri Domenico, "Mimì" per tutti noi amici e parenti. Forse erano tanti anni che Domenico non trascorreva il giorno di Pasqua a Coldipastine, una bella soddisfazione credo, un esempio da imitare, un viatico di positività che può contribuire ad aumentare la qualità della vita. Approfitto di questa occasione e di questo piccolo spazio per dire anche che Domenico B. è una delle poche persone che ancora oggi possono raccontare eventi vissuti a Coldipastine, prima, durante e dopo l'ultimo conflitto mondiale.

Quel giorno, il giorno di Pasqua, io ero a Roma ma ho potuto seguire in diretta alcuni momenti di festa dei presenti grazie alla Telecamera ed al colle_gamento effettuato da Massimo R. con tempestività sulla linea telefonica fissa di casa mia. Ciò che prima poteva essere solo immaginato ora era lì sotto hai miei occhi, le espressioni, i movimenti, i bicchieri alzati in aria in segno di salute e scambio di auguri, solo io potevo vederli ma la partecipazione era reciproca ed anche con un po’ di emozione. Siamo già un buon gruppo di persone ad avere questa passione e sono convinto che presto altri si uniranno. Quindi quella telecamera può dare soddisfazione e far muovere sentimenti. Di certo non è una spia, poiché non è posizionata dietro la porta di casa di nessuno, ciascuno può continuare a fare ciò che faceva prima, e soprattutto ciò che ogni persona normale fa quando è per la strada. Ormai questo tipo di apparecchiature esiste in molte parti di piccole e grandi città dove passa tanta gente, di natura, colore e abitudini differenti, nessuno dice nulla o cambia atteggiamento  pur sapendo di essere osservato. Tutto questo credo sia naturale come è altresì naturale che taluni la pensino in modo diverso. Seppure credo non sia da escludere, all’interno dell’intero universo, qualche atteggiamento di nervosismo e/o schizofrenia, questi sinceramente li colloco tra quelli non normali. L’evoluzione, in senso generale, offre sempre più opportunità maggiori, siano esse per affrontare e sviluppare cose positive e belle  della vita, che per fronteggiare situazioni di necessità e cose meno belle. Dipende spesso solo da noi approfittare per quanto attiene a quelle belle.

Il Dominio di Coldipastine

E’ proprio così Coldipastine ha un proprio dominio ma non su qualcuno o qualcosa ma soltanto uno spazio di proprio dominio da poter utilizzare per divulgare notizie, informazioni, storia, tradizioni, fotografie, fare pubblicità, e tante altre cose ancora che la fantasia può suggerire. Pensate che tutto ciò che può essere utile, interessante da consultare, da vedere, lo si può fare da qualsiasi parte del mondo, da chiunque. Basta avere un computer e conoscere l’indirizzo da digitare, insieme alle altre meravigliose cose presenti su internet,  anche Coldipastine può mostrare il suo volto con orgoglio.     Nel corso del tempo il contenuto si può arricchire con le cose del passato, del  presente e del futuro e rimanere lì a disposizione di tutti. Ritengo questa una cosa meravigliosa che la tecnologia moderna ci permette di poter utilizzare e hai nostri sentimenti di poter godere. Le cose belle della vita le devi creare, inventare, costruire, o anche immaginare e talvolta possono pure accadere,  mentre quelle brutte accadono e basta. Non sarà certo facile ma probabilmente merita la nostra attenzione ed anche un minimo di impegno far si che il modesto passaggio della nostra vita di tutti i giorni possa essere raccontato come storia del passato dai nostri prossimi come attualmente noi ci onoriamo di raccontare la grandezza e la storia, di quelli che ci hanno preceduto.

La Liberazione

La festa della liberazione, da che? da chi? Ponetevi queste domande e provate a trovare una risposta, qualunque essa sia fate in modo che sia la vostra cioè quella scaturita da un vostro giudizio una valutazione dei fatti, non solo di quei fatti dell'ultima guerra mondiale ma anche di quelli degli anni successivi e di quelli attuali.

Il 25 aprile del 1945 i partigiani liberavano Milano dall'occupazione dei nazisti e dai fascisti. Molte popolazioni insorgono in diverse parti d'Italia e molte città vengono liberate ancor prima dell'arrivo degli inglesi e degli americani ancora bloccati sulla linea Gotica quella che taglia l'Italia da est ad ovest all'altezza della Toscana. E' stato questo il periodo peggiore della guerra per tutti i cittadini italiani che da una parte hanno dovuto subire le atrocità dei nazisti in ritirata e dall'altra le perdite a causa dei bombardamenti dei nostri alleati che non chiedevano certo la carta d'identita alla popolazione prima di bombardare. Oggi è diverso, le bombe sono intelligenti!!

Finito di liberare l'europa e da parte delle truppe sovietiche da un lato e da parte di quelle anglo americana dall'altro restava ancora irrisolta la guerra degli americani con il Giappone. Con il consenso generale, degli europei che non avevano nemmeno più voce in capitolo, dell'unione sovietica con la relativa contropartita, gli americani chiudono la faccenda lanciando due bombe atomiche che produrrano una strage tale che tutta l'umanità farebbe bene a non dimenticare per tutto il resto dell'esistenza. Sarà stato un bene quello che è stato fatto? Penso che se le vittime potessero rispondere direbbero sicuramente no ma se la domanda fosse stata rivolta ai superstiti, ci sarebbe stata una risposta contrastata,  così come lo è, se ce lo chiediamo noi.

Facciamo pure festa il 25 di aprile di ogni anno ma facciamo in modo di non dimenticare il perchè.

      

 

WB01728_.gif (149 byte) ritorno