Abitanti di Coldipastine

Periodo di riferimento e numero di abitanti

Dal punto di vista temporale ciò che è  stato possibile ricostruire,  con  qualche riferimento ricavato da racconti spontanei  relativamente recenti, e' il periodo  compreso tra la fine del diciannovesimo secolo e per più della metà  del ventesimo. Venticinque famiglie vivevano a Coldipastine nei primi anni del 1900.  In un periodo di circa 20 anni, queste famiglie hanno dato alla luce ben 91 figli di cui 43 maschi e 48 femmine, con una media di 4,5 figli ogni anno e  di 3,7 figli a famiglia.  Si può inoltre ipotizzare che nel 1930,  il numero delle persone viventi a Coldipastine erano circa centoquaranta.  Con la stessa approssimazione si può dire che nel 1950 si erano insediate altre trenta famiglie, mentre circa quaranta giovani, più donne che uomini,  sono andati a vivere in altri luoghi vicini.

Quindici delle nuove coppie hanno trovato l'anima gemella fuori dal paese e naturalmente le altre quindici all'interno.  Da queste trenta famiglie sono nati 41 figli con una media di circa 1,3 figli a famiglia.  Attualmente alla data del 02-03-2005, le persone viventi, sparse in diverse parti del mondo e che hanno un qualche collegamento con Coldipastine sono circa 260.

 

 L'attività principale, svolta sul luogo, era naturalmente l'agricoltura, ma la mentalità predominante era quella di guardare fuori dai confini e cercare altrove la possibilità di sviluppare le proprie  doti e le proprie capacità per tentare di dare alla famiglia una vita dignitosa.  Il lavoro della terra, l'allevamento di qualche animale, la coltivazione di orti,  serviva solo per il sostentamento della famiglia ma non per fare profitti. Talvolta un po' di grano, una soma di legna, una gallina o qualche uovo  poteva anche essere utilizzato   come merce di scambio per acquistare cibi diversi o cose, ma certamente occorreva portare qualche soldo in casa da poter spendere per vestire e tirare su famiglia.

Sono più di 20 le persone che nei primi anni del 1900 sono andati in America a cercare fortuna. Questi dopo pochi anni sono tornati con qualche gruzzoletto e con quei soldi   per prima cosa hanno migliorato le proprie abitazioni, hanno acquistato bestiame, aratri, carri e attrezzi vari per poter meglio lavorare la terra. Con le accette nuove e i segoni americani hanno  tagliato boschi  e venduto legnami. 

torna a storia